Prosopagnosia Research Centers at Harvard University and University College London Research People Home Contact Us Links

Elvis Presley
La prosopoagnosia, anche chiamata "cecità per i volti", è un deficit nel riconoscimento delle facce. Esso è frequentemente associato ad altri deficit di riconoscimento (riconoscimento di luoghi, automobili, espressione facciale delle emozioni, ecc.), sebbene talvolta sembra essere ristretto all'identità facciale. Non sorprendentemente, la prosopoagnosia può essere socialmente invalidante. Le persone con prosopoagnosia hanno spesso difficoltà nel riconoscimento dei membri della famiglia, degli amici stretti, e anche di loro stesse. Spesso utilizzano altre vie per il riconoscimento, ma queste vie non sono cosi efficaci come il riconoscimento attraverso il volto..

Origini storiche

I primi cenni alla prosopagnosia risalgono all'antichità, ma la descrizione di Bodamer (1947) di due casi, rappresenta il capisaldo, in quanto in questo lavoro vengono riportati estensivamente i sintomi e viene affermata la sua distinzione dall'agnosia. Egli chiamò questa condizione prosopoagnosia, termine coniato combinando insieme la parola Greca faccia (prosopon) con il termine medico che definisce il deficit generale di riconoscimento (agnosia). Da allora, piu di un centinai di casi sono stati pubblicati.

Sintomi della Prosopagnosia

Ognuno di noi talvolta ha difficoltà nel riconoscere i volti, ed anche piu frequente difficoltà nel ricordarsi il nome delle altre persone. La prosopagnosia è però molto piu severa di questi problemi quotidiani, comuni a tutti. Le persone con prosopoagnosia spesso hanno difficoltà a riconoscere persone che hanno incontrato molte volte. Nei casi estremi, i prosopoagnosici hanno problemi nel riconoscere anche quelle persone con cui trascorrono maggior parte della loro vita, come il coniuge o i figli.

Uno dei sintomi chiave della prosopagnosia è il grande utilizzo di indizi non facciali, come capelli, postura, vestiti, voce, e altre informazioni. I prosopoagnosici talvolta hanno difficoltà nell'immaginare i volti dei conoscenti. Uno dei piu comuni disagi riportato dai prosopoagnosici è la difficoltà nel seguire i programmi televisivi e film, poiché non riescono a tener traccia dell'identità dei personaggi.

Causa della Prosopagnosia

Molti dei casi di prosopagnosia documentati sono legati a danno cerebrale acquisito in età adulta a seguito di trauma cranico, ictus, o disordini degenerativi. Essi rappresentano esempi di prosopoagnosia acquisita -individui che avevano normali capacità di riconoscimento di volti e che sono state successivamente danneggiate. Sembrano due le ragioni principali relative al perché siano stati pubblicati piu frequentemente casi di prosopoagnosia acquisita. In primo luogo, la difficoltà nel riconoscere i volti è solitamente piuttosto evidente a queste persone, dato che hanno avuto esperienza nel passato di un normale riconoscimento dei volti, e per questo rilevano prontamente la loro difficoltà. In secondo luogo, a causa del fatto che questi individui hanno subito un danno cerebrale, sono in contatto con medici che hanno potuto valutare le loro abilità nel riconoscimento delle facce. (Attenzione, se hai avuto esperienza di un considerevole declino nel riconoscimento delle facce dovresti contattare immediatamente un neurologo. Qualsiasi declino improvviso potrebbe indicare l'esistenza di un problema che richiede urgente attenzione)

Al contrario, nei casi di prosopoagnosia evolutiva, l'insorgenza della prosopagnosia si colloca prima del conseguimento della normale abilità del riconoscere i volti (che si raggiunge durante l'adolescenza). La prosopoagnosia evolutiva è solitamente usata per indicare individui la cui prosopoagnosia è di origine genetica, individui che hanno subito danno cerebrale prima di avere qualsiasi esperienza con i volti ( danno cerebrale prenatale o subito dopo la nascita), e individui che hanno subito danno cerebrale o gravi problemi visivi durante l'infanzia. Comunque, queste eziologie andrebbero differenziate, perché rappresentano diverse strade che conducono alla prosopoagnosia a per questo potrebbero risultare i diversi tipi di deficit, e dovrebbero essere distinte in prosopoagnosia genetica, prosopagnosia pre-esperienziale, e prosopagnosia post-esperienziale. In alcuni casi è difficile determinare le cause del disturbo, ma spesso gli individui sanno che altri membri della famiglia sono prosopoagnosici o sono consapevoli dei potenziali pericoli che posso derivare da danno cerebrale.

Soggetti con prosopagnosia evolutiva spesso non sono in grado di rendersi conto di non essere abili nel riconoscere i volti come gli altri. Certamente, loro non hanno mai riconosciuto i volti in modo normale, cosicché il deficit non risulta loro evidente. Inoltre, è anche difficile per loro notare il disturbo perché difficilmente è argomento di discussione il come normalmente vengano riconosciuti i volti. Come conseguenza, c'è un certo numero di individui che non sono in grado di riconoscere la loro prosopoagnosia anche nell'età adulta. Siamo stati contattati maggiormente da prosopoagnosici evolutivi che acquisiti, e per questa ragione riteniamo sia quetsa una condizione piu comune rispetto alla prosopoagnosia acquisita.

Spiegazioni


Ci sono diverse spiegazioni circa la prosopagnosia. Certamente, tutte queste spiegazioni propongono che le normali operazioni necessarie per il normale riconoscimento dei volti non lavorino in modo corretto. Tuttavia, esse differiscono nell'accento posto sull'operazione disfunzionante. Sembra che la prosopoagnosia attualmente faccia riferimento ad un certo numero di diversi tipi di alterazioni, cossicché nessuna spiegazione riesce a render conto di tutti i casi di prosopoagnosia.

Interrogativi della Ricerca

Attualmente, abbiamo una compresione della prosopagnosia piuttosto limitata, e per questo ci sono molti interrogativi che hanno bisogno di risposta. Alcune delle questioni più importanti sono:

• Qual è la natura dei processi danneggiati nella prosopagnosia?
• Quali regioni cerebrali sono alterate nella prosopagnosia?
• Quali geni sono coinvolti nella prosopagnosia geneticamente determinata?
• Ci sono metodi con cui i prosopoagnosici possono migliorare la loro capacità di riconoscere i volti?
• Ci sono metodi che possono imparare i prosopoagnosici per riconoscere gli altri attraverso informazione non-facciale?
• Qual à la prevalenza della prosopoagnosia?

Necessità di Partecipanti alla Ricerca

La ragione principale di una così limitata comprensione del disturbo è legata al fatto che pochi prosopoagnosici sono stati finora studiati. Soprattutto per quanto riguarda la prosopoagnosia evolutiva. Recentemente tuttavia, internet ha reso molto più semplice per i ricercatori e i prosopoagnosici entrare in contatto, e sembra probabile aspettarsi un considerevole aumento della Ricerca nel futuro prossimo.


Se credi di essere prosopoagnosico o hai altri tipi di deficit di riconoscimento e sei interessato a partecipare alla ricerca, contattaci utilizzando il nostro modulo. Cercheremo di coinvolgerti negli studi che stiamo attualmente portando avanti o ti metteremo in contatto con ricercatori nella tua zona. Questi studi solitamente richiedono tre o quattro ore di valutazione tramite test.

Oltre a fornire informazioni importanti per ricerca sulla prosopagnosia, i prosopoagnosici spesso riportano di aver guadagnato una maggiore consapevolezza circa la loro condizione successivamente alla valutazione testistica. Per esempio, noi valutiamo le capacità attraverso una varietà di tipi di oggetti (cavalli, fiori, macchine, ecc.) e valutiamo diversi tipi di elaborazione (riconoscimento dell'espressione delle emozioni; sesso, età, e attrazione attraverso il volto; detezione della direzione dello sguardo). Queste sono abilità spesso difficilmente valutabili da soli, e la consapevolezza di difficoltà non note può spesso aiutare le persone a far fronte meglio al loro problema.

Interesse recente dei Media

English English Space Français Français Space Português Português Space Dansk Dansk Space Italiano Italiano Space עברית עברית
Copyright © 2001-2007 The President and Fellows of Harvard College. All Rights Reserved.
Site by Think Computer Corporation.